Development Center: un assessment ricco di emozioni

In All, Human Capital by Sara Cifarelli

Due giorni diversi, presso la nostra sede di Capena il primo, nella sede di Egna il secondo. La dinamica sempre la stessa.

Ore 8.00: si aprono le porte. 50 colleghi della Forza Vendita e dei Punti Vendita (100 in totale nei due eventi) entrano in sala, chi con sguardo preoccupato, chi con sicurezza (si scoprirà poi solo apparente), chi con le mani sudate. Molti, anzi tutti, sorridenti.

Inizia così la giornata di Assessment 2019 per accedere ai percorsi di formazione e sviluppo WTP (Würth Top Performer) e WKM (Würth Karriere Modell).

La giornata che avranno davanti sarà sicuramente impegnativa ed i ritmi serratissimi, ma regalerà loro emozioni che – chi ci è già passato può confermarlo – ricorderanno a lungo.

Il programma prevede una serie di attività che si alterneranno tra esercizi individuali, di gruppo e colloqui personali, alla presenza di attenti assessor ed osservatori, che avranno la finalità di indagare - solo per citare alcuni parametri - curiosità, voglia di mettersi in gioco, umiltà, ambizione, propensione al cambiamento, nonché dinamiche relazionali e di gruppo nel trovare delle soluzioni e prendere delle scelte.

Massima concentrazione quindi, massimo silenzio nei momenti che richiedono riflessione ed analisi. La voglia di performare è altissima.

Ma oltre alla concreta possibilità di entrare in importanti percorsi di formazione e sviluppo, l’Assessment è per tutti l’importante occasione per uscire dal quotidiano contesto di vendita e conoscere e confrontarsi con nuovi colleghi. Tante persone da differenti zone geografiche, con esperienze di vita, lavorative e caratteri diversi, che messe tutte insieme possono creare qualcosa di unico.

Ecco quindi che già l’Assessment stesso diventa la prima vera occasione di arricchimento personale e professionale e solo potervi partecipare è un momento importante nel proprio percorso in azienda.

Come sarà andata a finire? Si saprà a tempo debito. Non ci sono promossi o bocciati, semmai persone più o meno idonee, in questo momento, ad affrontare un certo tipo di percorso.

Ciò che sappiamo per certo è che abbiamo incontrato 100 persone volenterose, pronte a mettersi in gioco, a raccontare di sé, a difendere le proprie opinioni ma anche ad accettare il punto di vista altrui, pronte al dialogo ed il confronto, affamate di novità e con tanta, tantissima voglia di far sì che la nostra Würth sia sempre migliore.

Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image
Image