A come Appartenenza. A come Amazing

In All, Company Life by Manuela RonghiLeave a Comment

È passato del tempo dall’ultima volta in cui questo spazio ti ha aggiornato sulle novità in Würth Italia, complice una pandemia che ha obbligato tutti a fermarsi per ritrovare focus e direzione.

Ma rieccoci qui, con le idee ben chiare. Ripartire da ciò che si conosce bene, come la propria identità: la nostra è impressa nel cuore e nella mente degli oltre 3.600 collaboratori che, seppure a distanza, durante il lockdown hanno continuato a sentirsi uniti per sostenersi a vicenda, ritrovando lo slancio di ripartire insieme appena è stato possibile.

Ma di cosa è fatto questo fortissimo senso di appartenenza? È la domanda a cui cercheremo di rispondere da oggi in avanti: vogliamo accompagnarti in un viaggio alla scoperta della nostra realtà aziendale, con l’impegno che possa essere un’occasione per ispirarti, formarti e orientarti grazie ai progetti, alle iniziative e alle storie dei professionisti che racconteremo. Ciascuno con la propria esperienza e attitudine personale, le stesse capacità che mettiamo in campo ogni giorno, e che contribuiscono a renderci un punto di riferimento per i nostri clienti in termini di affidabilità, professionalità e competenza.

Quando inseriamo nei nostri annunci di lavoro #BePartofSomethingAmazing, è perché – come suggerisce Alberto –  È “Amazing lavorare in un’azienda che non si accontenta dello status quo ma ogni giorno sposta i propri obiettivi di crescita oltre l’orizzonte del senso comune” e anche perché come dice Innocenzo “dietro la parola Amazing vedo un’Azienda che ti coinvolge sempre in nuove sfide che ti permettono un continuo sviluppo professionale e personale, una grande Famiglia che ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi”

L’elemento sorprendente che contraddistingue il nostro lavoro è la possibilità di sperimentarci attraverso nuove modalità di lavoro, agili e digitali, e poter mettere a fattor comune le competenze del singolo che valorizzano i successi del team. “Per noi è importante coltivare la cultura del feedback” – ci racconta Silvia – “questo rappresenta una restituzione su noi stessi, che a livello psicologico motiva le persone a fare sempre meglio”

Ci impegniamo costantemente a mantenere saldi i pilastri su cui basiamo la strategia per sviluppare il nostro business: innovazione, implementazione e ispirazione. Puntiamo alto quindi, ma senza staccare i piedi da terra, così come indica Daniele su ciò che ritiene rappresentativo della cultura würthiana: “Controllo ed organizzazione per quanto necessario, creatività e flessibilità per quanto possibile”

Questa cultura aziendale a cui vogliamo avvicinarti è rappresentata sia dai colleghi che vantano un bagaglio di esperienza pluriennale, come Fabrizio “Io sono la somma dei miei globuli rossi tutti a forma Würth che scorrono nel mio corpo e mi rendono parte integrante di questa sorprendente realtà in continua crescita. Nonostante per me siano passati tanti anni, ogni giorno mi emoziona ed affascina l’attenzione che rivolge alle proprie risorse umane, ancora prima dell’importante core business”    che dai professionisti come Sebastiano, salito a bordo più di recente perché  ha trovato sorprendenti “Valori, persone e flessibilità oraria”

La forza che ci identifica nasce dal sentirci al sicuro all’interno del gruppo, e si alimenta con la consapevolezza che “ognuno può veramente lasciare il segno, dal primo giorno e ogni giorno, con divertimento, passione e spirito imprenditoriale” ci ricorda Lucia.

Tutto questo non è amazing?

[Grazie agli Hiring Manager Alberto Fontana Vaprio / Innocenzo Di Genova / Silvia Cichella / Daniele Di Blasio / Fabrizio Robbiano / Sebastiano Cannone e a Lucia Simonato HR Director Würth Italia]

Leave a Comment